Scotweb.com Ltd

Asociaţia socio - culturală Vocea Românilor

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

Unicredit Banca

 Site actualizat: Monday, 18 December 2017
 Acasa arrow Statut
Search >> 
Main Menu
Acasa
Statut
Stiri pe scurt
Servicii
Links
Arhiva foto
Targul de joburi
Contact
Statutul asociatiei Vocea Românilor

STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE

“VOCEA ROMÂNILOR”

 

 

DENOMINAZIONE, FINALITÀ E ORGANIZZAZIONE

 

 

Articolo .1

 

E' costituita in Ciampino (RM) “Vocea Românilor” Associazione Socio-Culturale Italo-Romena. Essa non ha scopo di lucro ed ha finalità e funzioni esclusivamente socio-culturali e ente formativo. Ha sede ad ogni effetto in CIAMPINO, viale Del Lavoro n. 96 (RM), Codice Fiscale e P. Iva .

E' costituita ed opera nell'ambito degli accordi socio-culturali fra l'Italia e la Romania, di cui ai protocolli governativi in vigore.

L'Associazione ha come simbolo la scritta “Asociatia socio-culturale italo-romena “Vocea Românilor”. I simboli e le denominazioni non potranno essere adottate senza il preventivo assenso dell' Associazione che provvederà  al loro deposito a norma di legge.

La durata dell'Associazione è illimitata e la stessa potrà  essere sciolta solo con delibera dell'Assemblea straordinaria degli associati.

 

 

Articolo .2

 

L'Associazione è volontaria, apolitica, apartitica, aconfessionale, e si ispira ai principi di rettitudine morale, di onestà e di altruismo. L'associazione opera in collaborazione con la comunità rumena su territorio Italiano. Aderisce all'Associazione VOCEA ROMÂNILOR- Associazione socio-culturale italo-romeno con la sede in Ciampino Viale Del Lavoro n.96 (RM), pur mantenendo la sua autonomia gestionale e amministrativa per tutte le operazioni economiche e finanziarie che l'Associazione riterrà utile per raggiungere i propri obiettivi. Parimenti l'Associazione non può in alcun modo proporsi o conseguire scopi di lucro e si rivolge alla generalità della popolazione e non esclusivamente ai suoi aderenti.

 

 

Articolo .3

 

Obiettivi dell'Associazione sono:

 

1.   la tutela dei diritti civili: sia attraverso il sostegno all'autonoma organizzazione dei lavoratori rumeni migranti proteggendo e promovendo i loro diritti socioeconomici e di ordine sindacali, sia promovendo i loro un senso di responsabilità  e di partecipazione rispetto ai problemi sociali e dello sviluppo in Romania;

2.   la formazione sia attraverso attività  di ricerca ed interventi sociali ed economici all'interno della comunità  e all'estero (orientamento e informazione, sensibilizzazione verso la popolazione autoctona, assistenza nelle differite tipologie i.e. economia, lavorativa ecc.) sia attraverso attività  proprie formativa proprie formative in ambito professionale e scolastico, sia per i lavoratori rumeni svantaggiati socialmente e verso gli italiani che vogliono conoscere i valori culturali della comunità  romena; 

3.   la promozione e valorizzazione della cultura di origine romena attraverso attività  culturali, ricreativi e sportive al fine di promuovere scambi con le altre comunità  rumene presenti in altri paesi esteri e scambi della stessa natura, all'interno della comunità  presente in Italia

4.   informazione e la sensibilizzazione della collettività  sui temi e sui problemi afferenti il mondo romeno nel suo complesso, attraverso lo studio, la ricerca, lo sviluppo di nuovi metodi e tecniche, nonché attraverso la promozione di attività  che favoriscano lo scambio interculturale in un'ottica europea.

 

In particolare si propone di:

 

1 diffondere la cultura romena in tutti i suoi aspetti

2 diffondere la conoscenza dei Paesi di lingua romena

3 effettuare scambi culturali tra cittadini italiani e cittadini dei Paesi di lingua romena;

 

 

Articolo 4

 

Per realizzare i suoi scopi, l'Associazione potrà  svolgere le attività  di seguito elencate, ma solo a titolo puramente esemplificativo, purché direttamente connesse alle finalità  istituzionali:

1 stampare e divulgare materiale informativo

2 organizzare ricerche social - economiche, organizzare e gestire corsi di formazione professionale, seminari di studio e gruppi di lavoro su argomenti pertinenti allo sviluppo della comunità  romena

3 attività  artistiche, culturali e giornalistiche

4 l'aggiornamento e la formazione degli insegnanti di lingua romena

5 creare e mantenere contati con Enti, Istituti e Associazioni italiane e straniere, sviluppando reciprocamente le rispettive attività

6 la promozione di convegni, congressi, simposi, conferenze e cerimonie, nonché visite, gite, escursioni, viaggi, e mostre d'arte

7 programmazioni cinematografiche e teatrali

8 la pubblicazione e la spedizione di riviste, depliant e materiale informativo.

 

 

SEDE

 

 

Articolo .5

 

L'Associazione ha sede legale in CIAMPINO - Viale Del Lavoro, 96. La modifica della sede legale, su delibera del Consiglio Direttivo, non costituisce modifica del presente Statuto.

 

 

 

SOCI ADERENTI ALL'ASSOCIAZIONE, DIRITTI E DOVERI

 

 

Articolo .6

 

Tutti i cittadini italiani o stranieri possono chiedere l'iscrizione all'Associazione  possono essere soci le persone di ambo i sessi senza alcun limite di età, purché maggiorenni, nonché enti, istituti, imprese pubbliche e private, scuole. L'ammissione a socio avviene dietro presentazione di domanda al Consiglio Direttivo. Il Consiglio delibera sull'ammissione dell'aspirante. E' ammesso ricorso contro le deliberazioni del Consiglio, in tale materia, con richiesta motivata di riesame della domanda d’ammissione.

Gli iscritti hanno l'obbligo di corrispondere la quota annualmente fissata dal Consiglio Direttivo e in seguito a ciò hanno diritto a partecipare a tutte le manifestazioni indette dall' Associazione e a fruire di tutti i servizi culturali e informativi forniti dalla stessa.

I Soci in regola, con il versamento delle quote sociali hanno diritto di partecipare all'Assemblea e a tutte le manifestazioni di cui all'articolo 3.

 

Possono essere consegnate tessere a honorem e diplomi di benemerenza a Imprese, Enti o persone che abbiano acquisito meriti nei riguardi dell'Associazione.

 

 

 

DURATA DELL' ISCRIZIONE

 

 

Articolo .7

 

L'iscrizione è valida esclusivamente a decorrere dal giorno dell'iscrizione fino al 31 dicembre dell'anno stesso.

 

 

 

 

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

 

Articolo .8

 

L'iscritto che:

1. Violi le norme statutarie e il regolamento, operando contro lo spirito di esse

2. Tenti di alienare attività  patrimoniali possedute o godute ad ogni titolo dall'Associazione;danneggi o deteriori volontariamente le cose dell'Associazione

3. Si renda inadempiente verso l'Associazione o comunque indegno, anche per condotta privata estranea all'Associazione, di partecipare alla vita della stessa perde con effetto immediato la qualità  di iscritto all'Associazione e decade dal diritto di usufruire dei servizi con delibera del Consiglio Direttivo, su proposta anche di un solo Consigliere.

 

La quota di iscrizione versata viene incamerata a titolo di sanzione. In caso di danni materiali procurati ai beni dell'Associazione, il Consiglio Direttivo potrà  adire le vie legali nei confronti dell'iscritto al fine di ottenere il risarcimento del danno.

 

 

TIPOLOGIA DI SOCI

 

 

Articolo .9

 

Gli aderenti all'Associazione sono divisi in sei categorie:

a) Soci fondatori: coloro che hanno presenziato al presente atto

b) Soci ordinari: coloro che sono inseriti nel registro legale degli aderenti che svolgono attività  all'interno dell'Associazione.

c) Soci sostenitori: coloro che apportano il proprio contributo economico o attrezzature tecnico logistiche, senza partecipare all'attività  associativa.

d) Soci onorari: tale qualifica viene concessa dal Consiglio Direttivo a personalità  distintesi nell'ambito di pertinenza dell'Associazione che apportino prestigio nei confronti della stessa.

e) Soci collettivi: possono essere ammessi a far parte dell'Associazione anche gruppi già  organizzati ovvero persone giuridiche nazionali o internazionali, di diritto pubblico o privato. Essi partecipano alle Assemblee con un delegato, internamente o autonomamente eletto con diritto di voto.

 

Articolo .10

 

I Soci ordinari e collettivi sono tenuti al pagamento di una quota annuale fissata dal Consiglio come stabilito all'Articolo 5.

Articolo  .11

 

Ai nuovi Soci potrà  essere richiesto, in fase di ammissione, un contributo una-tantum per spese di segreteria. Tale contributo, fissato dal Consiglio, non potrà  mai superare il doppio della quota sociale.

 

 

 

GLI ORGANI DELL'ASSOCIAZIONE

 

 

Articolo .12

 

Sono organi dell'Associazione:

a) l'Assemblea Generale dei Soci

b) il Consiglio Direttivo

 

Sono cariche sociali: il Presidente, i Vicepresidenti, il Tesoriere e il Segretario. L'Associazione  potrà  costituire, su delibera del Consiglio Direttivo, un Collegio dei Probiviri e un Collegio dei Sindaci Revisori, composti entrambi da tre membri.

 

 

VALIDITA' DELL'ASSEMBLEA: QUORUM COSTITUTIVO E DELIBERATIVO

 

 

Articolo .13

 

Tutte le decisioni sono prese a maggioranza semplice, salvo i casi previsti dal presente Statuto. Negli organi collegiali il voto di chi presiede, in caso di parità , vale doppio. In tutti gli organi sociali possono intervenire su autorizzazione del Presidente, senza diritto di voto, soci e non, esperti nelle materie trattate e solo per quanto concerne specifici argomenti. I verbali di ogni adunanza, trascritti o riportati negli appositi libri legali, sono firmati in calce da chi ha presieduto la riunione e dal segretario, seduta stante eletti, con gli eventuali scrutatori, qualora non intervengano i rispettivi aventi diritto. I deliberati degli organi collegiali sono obbligatori e vincolanti anche per gli associati dissenzienti o non intervenuti.

 

 

Articolo .14

 

Potranno prendere parte alle assemblee ordinarie e straordinarie dell'associazione i Soci ordinari e collettivi. Deve inoltre essere convocata almeno una volta all'anno per l'approvazione del Bilancio.

 

 

Articolo .15

 

Nella lettera di convocazione devono essere indicati il luogo, il giorno, l'ora dell'adunanza e l'elenco delle materie da trattare; tali lettere, ordinarie, devono essere spedite con almeno otto giorni di anticipo sulla data dell'adunanza. L'avente diritto non può farsi rappresentare in Assemblea.

L'Assemblea sarà  valida in prima convocazione con la presenza della maggioranza semplice dei convenuti rispetto agli aventi diritto; in seconda convocazione qualunque sia il numero dei convenuti.

L'Assemblea dei Soci elegge ogni 5 anni il Consiglio Direttivo e gli altri organi sociali.

 

 

Articolo .16

 

L'Assemblea dei Soci è presieduta dal Presidente. A lui spetta constatare e far constatare la validità  dell'Assemblea, il rispetto dell'ordine del giorno e il diritto di intervento alla medesima.

 

 

Articolo .17

 

L'Assemblea delibera sull'operato del Consiglio e approva il bilancio entro cinque mesi dalla chiusura dell'esercizio. All'ordine del giorno possono essere iscritti anche altri argomenti richiesti dai Soci, comunicati al Presidente mediante lettera raccomandata almeno due giorni prima dell'apertura dell'Assemblea. Questa, inoltre, non può essere convocata nei giorni di festività  e nel periodo che va dal 1 al 31 agosto.

 

 

 

CONSIGLIO DIRETTIVO

 

Articolo .18

 

L'Associazione è diretta dal Consiglio Direttivo, composto da un minimo di quattro membri fino ad un massimo di undici membri. Il Consiglio rimane in carica per tre anni e viene eletto dall'Assemblea. In sede di prima costituzione verrà  formato dai quattro soci fondatori.

Quest' ultima nomina potrà  essere con voto palese, o segreto se richiesto da almeno un quinto degli elettori presenti. Tutti gli eletti in un organo sociale restano in carica per tre anni e sono rieleggibili. Tutte le cariche sociali ed ogni altra attività  delegata dagli organi sociali sono a titolo onorario.

Il Presidente, il Vicepresidente, il Segretario e il Tesoriere dell'Associazione vengono nominati dal Consiglio a maggioranza dei due terzi dei componenti e restano in carica per tre anni. In sede di prima costituzione è nominato Presidente ilSig. IULIAN MANTA, Vicepresidente la Sig.ra  MONICA MITRICA , Segretario il Sig. VICENTIU ACOSTANDEI ,  Tesoriere la Sig.ra  IULIANA ZAHARESCU, consigliere la Sig.ra  PAULINA DOROBAT.

Il Consiglio Direttivo affianca il Presidente nell'espletamento delle sue funzioni. E’ riunito dallo stesso almeno due volte l'anno e ogni qualvolta egli ne ravvisi l'opportunità , su convocazione anche telefonica del Presidente o per richiesta di almeno un quinto dei Consiglieri. Le riunioni del Consiglio Direttivo sono valide purché sia presente la maggioranza dello stesso. Tutte le sue deliberazioni sono a maggioranza semplice; in caso di parità  prevale il voto del Presidente.

In caso d’indisponibilità  permanente o di decesso del Presidente, il Consiglio Direttivo  a nominare un nuovo Presidente con la maggioranza dei due terzi dei componenti.

 

 

IL PRESIDENTE

 

 

Articolo .19

 

Il Presidente, per delega del Consiglio Direttivo, dirige l'Associazione e ne è il legale rappresentante in ogni evenienza. Accetta per conto dell'Associazione ogni sovvenzione, elargizione, donazione, liberalità  o contributo degli iscritti e degli estranei. Firma i bilanci preventivo e consuntivo annuale, sentito il Consiglio Direttivo, promuove e coordina ogni attività  dell'Associazione. Assume e dimette i funzionari e gli impiegati, che rispondono direttamente a lui, sentito il parere del Consiglio Direttivo.

In caso d’indisponibilità  temporanea viene sostituito dal Vicepresidente con maggiore anzianità  e, se anche questo ultimo non fosse disponibile, da un Consigliere eletto a maggioranza semplice dal Consiglio Direttivo.

In caso di indisponibilità  permanente viene convocato il Consiglio Direttivo, che provvede ad eleggere il nuovo Presidente dell'Associazione.

 

 

 

IL VICEPRESIDENTE

 

 

Articolo .20

 

Il Vicepresidente collabora con il Presidente, lo sostituisce in caso di assenza o impedimento temporaneo ed in quelle mansioni nelle quali venga espressamente delegato. 

 

 

 

IL SEGRETARIO

 

 

Articolo .21

 

Il Segretario provvede ai rapporti con i nuovi aderenti, all'iscrizione dei richiedenti nel registro dei soci, alla tenuta della relativa documentazione, e a tutte le attività  direttamente o indirettamente connesse con tali operazioni. Cura l'aggiornamento dei vari elenchi e categorie degli aderenti; verifica e comunica le scadenze degli organi e delle cariche sociali. In caso di indisponibilità  temporanea viene sostituito dal Consigliere con la maggiore anzianità . In caso di indisponibilità  permanente tale sostituzione perdura fino alla prima Assemblea utile.

 

 

 

IL TESORIERE

 

 

Articolo .22

 

Il Tesoriere custodisce i fondi e riscuote le quote sociali. Redige i mandati di entrata e uscita allegando le relative fatture; E’ responsabile della tenuta della contabilità  e del pagamento delle bollette e delle fatture. In caso di indisponibilità  temporanea viene sostituito dal Consigliere con la maggiore anzianità.

In caso di indisponibilità  permanente del Tesoriere tale sostituzione perdura fino alla prima Assemblea straordinaria utile.

 

 

IL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

 

 

Articolo .23

 

Il Collegio dei Revisori dei Conti, se nominato, è composto da tre membri effettivi. Esso si riunisce almeno una volta l'anno, su convocazione del Presidente del Collegio o di uno dei suoi membri, per verbalizzare la corretta gestione contabile nonché la composizione del bilancio consuntivo-revisionale. Può riunirsi in qualunque momento per procedere a ispezioni contabili, di propria iniziativa, su richiesta di un Consigliere o di almeno un decimo dei Soci ordinari indirizzata al Presidente del Collegio.

 

 

 

 

IL COLLEGIO DEI PROBIVIRI

 

 

Articolo .24

 

Nel caso di costituzione del Collegio dei Probiviri questo sarà  composto da tre membri effettivi. Esso si riunirà  almeno una volta l'anno, su convocazione del Presidente e del Collegio o di uno dei suoi membri. Il Collegio dei Probiviri è investito di funzioni disciplinari nei confronti degli Associati che contravvengono alle norme dello Statuto o alle regole della corretta applicazione dell'etica professionale e della probità  morale, tale da compromettere il prestigio o gli interessi dell'Associazione o il decoro dei suoi aderenti. Il Collegio esercita le sue funzioni su richiesta del Consiglio e può promuovere procedimento disciplinare d'ufficio.

 

 

Articolo .25

 

Per il solo fatto dell'accettazione del presente Statuto l'aderente accetta la devoluzione fino alla costituzione del Collegio dei Probiviri, al Consiglio Direttivo di ogni controversia interna che ritenesse di dover sollevare rinunciando con ciò ad adire organismi, anche giudiziari, esterni.

 

 

 

RIVISTA ASSOCIATIVA

 

 

Articolo .26

 

Allo scopo di raggiungere le proprie finalità  istituzionali, l'Associazione potrà  avvalersi, come organo ufficiale di proprietà , di una rivista periodica che, oltre alla normale distribuzione, è inviata gratuitamente agli aderenti.

 

 

Articolo .27

 

Il Direttore della rivista sarà  nominato dal Consiglio Direttivo. Egli potrà nominare tra gli aderenti, e anche non aderenti, le altre figure editoriali, giornalistiche e giuridiche e sostituirsi a queste in caso di indisponibilità . Parimenti curerà  la gestione complessiva della rivista, spettandogli la firma e la legale rappresentanza della stessa per tutti gli atti di amministrazione nei limiti dell'articolo 21. Tutte le figure editoriali, giornalistiche e giuridiche, svolte dagli aderenti a favore della rivista sono a titolo gratuito, salvo eventuali rimborsi, ed hanno durata fino a revoca.

 

 

IL PATRIMONIO

 

 

Articolo .28

 

Il patrimonio dell'Associazione ovvero le risorse economiche per il funzionamento e lo svolgimento della propria attività  sono costituite da:

Ø quote sociali;

Ø proventi di iniziative marginali prese dall'Associazione (e dalla rivista) nell'ambito dei loro scopi;

Ø contributi associativi dell'Associazione;

Ø donazioni e lasciti testamentari;

Ø rimborsi derivanti da convenzioni;

Ø contributi o donazioni da parte di Enti nazionali od internazionali, dello Stato o di privati;

Ø apparecchiature, mezzi e materiali regolarmente acquistati e in possesso dell'Associazione;

Ø interessi maturati sui conti correnti dell'Associazione o da titoli dello Stato o garantiti dallo Stato, da organismi comunitari o internazionali che possono essere acquistati dall'Associazione .

 

 

L'ISCRIZIONE ALL'ASSOCIAZIONE

 

 

Articolo .29

 

Nella domanda di ammissione l'aspirante, oltre alle generalità  e ad una scheda informativa e curriculare, deve dichiarare che accetta integralmente lo Statuto dell'Associazione ed i suoi principi

 

 

 

INVENTARIO DEI BENI

 

 

Articolo .30

 

I beni dell'Associazione e quelli dati in uso da parte dello Stato romeno sono iscritti in apposito inventario.

 

 

 

QUOTE E SPESE DEI SOCI

 

 

Articolo .31

 

Ogni contribuzione finanziaria a favore dell'Associazione (quote sociali, una tantum, altro) può essere fatta direttamente alla Sede legale o amministrativa oppure attraverso un conto corrente intestato all'Associazione. Il Presidente può stabilire, per determinate circostanze, apposite forme di pagamento che risulteranno le sole con potere liberatorio.

 

 

Articolo .32

 

La quota annuale di ingresso si intende sempre anticipata rispetto all'annualità  in corso.

 

 

DISPOSIZIONI FINALI

 

 

Articolo .33

 

L'esercizio dell'Associazione inizia il primo gennaio e termina il trentuno dicembre di ogni anno. Il primo esercizio termina il 31.12.2007.

 

 

Articolo .34

 

L'Associazione ha sempre l'obbligo di formazione del bilancio, dal quale devono risultare i beni, i contributi o i lasciti eventualmente ricevuti. Tra i settori operativi si può comprendere anche una possibile attività  di erogazione di servizi sociali e/o commerciali nei modi diversi previsti dalla legge.

 

 

 

Articolo .35

 

Tutti i libri sociali e il materiale amministrativo contabile dell'Associazione deve essere conservato presso la sede legale dell'Associazione. I responsabili di ogni libro sociale sono il Presidente in solido con il Tesoriere.

 

Articolo .36

 

L'Associazione può assumere lavoratori dipendenti o avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo.

 

 

 

MODIFICHE DELLO STATUTO

 

 

Articolo .37

 

Le modifiche al presente Statuto devono essere approvate dal Consiglio Direttivo con la maggioranza di almeno due terzi dei componenti.

 

 

 

SCIOGLIMENTO DELL'ASSOCIAZIONE

 

 

Articolo .38

 

Qualora ne ravvisi la necessità  o l'opportunità , il Consiglio Direttivo, con voto unanime dei suoi componenti, può procedere allo scioglimento dell'Associazione in qualsiasi momento.

In tale evenienza il patrimonio dell'Associazione verrà  devoluto ad altra Associazione, aventi finalità  analoghe, anche di città  diverse, in alternativa ad enti o organizzazioni non lucrative di utilità  sociale, o, comunque, in beneficenza, sia in Italia, che all'estero. In caso di scioglimento non si potrà  in nessun caso distribuire il patrimonio dell'Associazione ai soci.

 

 

 

Articolo .39

 

Per quanto non previsto dal presente Statuto si fa riferimento alle leggi ed ai regolamenti vigenti, ed ai principi generali dell'ordinamento giuridico.

 
Advertisement
Vinaora Visitors Counter
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday1
mod_vvisit_counterYesterday70
mod_vvisit_counterThis week1
mod_vvisit_counterThis month925
mod_vvisit_counterAll162334
© 2017 Vocea Românilor
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.